La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il primo treno merci che collega Cina e Europa da Shenzhen, nella provincia meridionale del Guangdong, è partito i 23 agosto scorso, diretto a Duisburg, in Germania. Ha lasciato la Cina viaggiando attraverso l’Alataw Pass, principale stazione ferroviaria nella Regione

nord-occidentale del Xinjiang. Si tratta di un nuovo collegamento ferroviario internazionale nel cuore della Greater Bay Area tra il Guangdong, Hong Kong e Macao.  Il treno attraverserà alcune città europee, tra cui Mosca, Minsk, Malaszewicze, Varsavia e Amburgo; il suo arrivo è previsto in 14 giorni, dopo aver percorso una distanza totale di 13,438 km. Il treno trasporta prodotti elettronici, elettromeccanici, tessili e altri generi di industria leggera, per una quanità complessiva pari a 49 Teu e un valore totale di 23 milioni di yuan (oltre 3 milioni di dollari).

Nei primi sei mesi dell’anno, il servizio ferroviario Cina-Europa ha registrato 5.122 viaggi, per un trasporto totale di 460mila Teu, con un aumento, rispettivamente, del 36% e del 41%, promuovendo così la cooperazione nella lotta al Covid-19 tra Cina, Europa e gli altri paesi in cui si stendono le rotte commerciali.