La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

RT @TribunaEconomic: Gli “ecco”, il giornalismo e la comunicazione di basso profilo abbinato allo smart working crogiolato https://t.co/MyU
RT @BartoliniCaccia: Gli “ecco”, il #giornalismo e la #comunicazione di basso profilo abbinato allo #smartworking crogiolato Ecco, ecco,…
Gli “ecco”, il giornalismo e la comunicazione di basso profilo abbinato allo smart working crogiolato https://t.co/MyUsNuwcr9
RT @BartoliniCaccia: Numero da non perdere. Molte tematiche e spunti. Ringrazio personalmente anche Federico Vasoli, #avvocato e managing…
Da Assocamerestero @TribunaEconomic intervista il Presidente della #CCIE di #Seoul Quale ambiente si deve attendere… https://t.co/JNfmd552Bx
RT @Itasean: Il #Vietnam 🇲🇦 dal passato alla #globalizzazione 🌍 . La caduta degli steccati ideologici e la diffusione della #tecnologia📲han…

Gli esperti della Segreteria di Stato dell'economia (Seco) hanno leggermente rivisto al rialzo le previsioni per l'economia svizzera nel 2020. La stima per il prodotto interno lordo (PIL) è stata portata al -5%, contro il -6,2% di cui si parlava finora. Dopo la fine progressiva del confinamento in maggio,

l'economia elvetica si è ripresa più rapidamente del previsto, in particolare a livello di commercio estero. Le vendite al dettaglio e i volumi di transazioni tramite carte bancarie hanno dal canto loro mostrato un incremento dei consumi privati, si legge in una stima intermedia pubblicata dalla Seco.

Anche a livello di impiego le ripercussioni sembrano essere meno drammatiche di quanto inizialmente previsto e le imprese hanno fatto ricorso al lavoro ridotto in maniera misurata. Sull'insieme dell’anno, il tasso di disoccupazione dovrebbe stabilizzarsi sotto il 3,5%, contro previsioni iniziali che parlavano del 3,8%. Per il 2021, gli esperti continuano a prevedere un rimbalzo del PIL del +4,9%, eventi sportivi esclusi. Ma la congiuntura potrebbe ancora venire frenata da perdite di incassi, incertezze e misure di protezione sanitaria. (ICE BERNA)