La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Da un rapporto stilato nel corso del China Financial Technology Forum 2020, parte della Fiera Internazionale del Commercio dei Servizi di Pechino 2020, è emerso che la Cina prevede di costruire hub fintech pionieristici a livello nazionale, concentrandosi sulla ricerca

e lo sviluppo della tecnologia blockchain e della valuta digitale per aumentare gli investimenti nelle infrastrutture finanziarie. L'anno scorso, la Banca della Cina ha pubblicato un piano triennale di sviluppo fintech, dal 2019 al 2021, che vede coinvolte, tra le altre, le città di Shanghai e Shenzhen nella provincia del Guangdong e Hangzhou nella provincia di Zhejiang.Il progetto voluto dalla banca centrale prevede l'emissione della moneta digitale e lo sviluppo di servizi fintech basati su blockchain, big data, intelligenza artificiale e tecnologia di sicurezza finanziaria. Il piano triennale mira a promuovere l'industria fintech cinese come leader internazionale. (ICE SHANGHAI)