La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

RT @TribunaEconomic: Gli “ecco”, il giornalismo e la comunicazione di basso profilo abbinato allo smart working crogiolato https://t.co/MyU
RT @BartoliniCaccia: Gli “ecco”, il #giornalismo e la #comunicazione di basso profilo abbinato allo #smartworking crogiolato Ecco, ecco,…
Gli “ecco”, il giornalismo e la comunicazione di basso profilo abbinato allo smart working crogiolato https://t.co/MyUsNuwcr9
RT @BartoliniCaccia: Numero da non perdere. Molte tematiche e spunti. Ringrazio personalmente anche Federico Vasoli, #avvocato e managing…
Da Assocamerestero @TribunaEconomic intervista il Presidente della #CCIE di #Seoul Quale ambiente si deve attendere… https://t.co/JNfmd552Bx
RT @Itasean: Il #Vietnam 🇲🇦 dal passato alla #globalizzazione 🌍 . La caduta degli steccati ideologici e la diffusione della #tecnologia📲han…

L’Ambasciata d’Italia negli Emirati Arabi Uniti lancia l’iniziativa “InnovItalyUAE”  che mira a rafforzare la cooperazione bilaterale tra l’Italia e gli Emirati Arabi in settori ad alto contenuto strategico. In questo progetto sono coinvolti centri di ricerca,

università, start-up, incubatori e soggetti finanziari anche con l’obiettivo di preparare il terreno alla partecipazione italiana ad EXPO202 Dubai.

L’iniziativa, organizzata dall’Ambasciata d’Italia negli Emirati Arabi Uniti insieme alla Khalifa University of Science and Technology e la Dubai Future Foundation, sarà focalizzata su: -  sicurezza cibernetica; spazio; città intelligenti e mobilità sostenibile; scienze della vita; tecnologie alimentari; energie rinnovabili, acqua ed economia circolare.

Il programma si articola in due fasi.

La prima fase comprende la realizzazione di sei forum online (gratuiti, uno per settore) da settembre a dicembre 2020; interverranno accademici e relatori provenienti dal mondo istituzionale ed industriale dei due paesi.

La seconda fase propone sei workshop in presenza che avranno luogo, in linea di massima, nella prima metà del 2021; anche qui, protagonisti rappresentanti istituzionali ed industriali, nonché della ricerca di Italia e Emirati Arabi. L’obiettivo è esplorare le opportunità volte non solo a a rafforzare la cooperazione bilaterali ma anche identificare dei progetti specifici in ciascuno dei settori indicati.

 “L’Italia e gli Emirati Arabi Uniti hanno maturato una partnership politica, economica e culturale consolidata. L’Italia – afferma l’Ambasciatore italiano Nicola Lener - è orgogliosa del proprio contributo tecnologico allo sviluppo e alla diversificazione industriale di questo Paese e dell’apprezzamento qui riservato alla qualità dei beni di consumo italiani. Crediamo sia giunto il momento di arricchire ulteriormente le nostre relazioni sviluppando le collaborazioni nella ricerca e nell’innovazione, facendo leva sulla forza delle nostre istituzioni scientifiche e del nostro sistema economico e sulla grande sensibilità esistente negli EAU l’utilizzo delle nuove tecnologie per migliorare la qualità della vita delle persone, l’efficienza dell’amministrazione e la sostenibilità dell’economia”.

Un progetto particolarmente significato, per Lener, a seguito della pandemia e in vista della partecipazione italiana ad EXPO2020 Dubai, il cui inizio è ora previsto al primo ottobre 2021.

Appuntamento del primo forum di InnovItalyUAE, il 30 settembre, con al centro il tema della sicurezza cibernetica.   (Farnesina)