La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

@bancaditalia . L'economia globale recupera ma le prospettive dipendono dalla #pandemia . In Italia riprendono gli… https://t.co/1kVsYKGZsL
Rebibbia Festival e streaming dal Gemelli. Due appuntamenti ricorrenti della @romacinemafest https://t.co/NFTBj4hUaq via @TribunaEconomic
#Bankitalia. L'economia globale recupera ma le prospettive dipendono dalla #pandemia . In #Italia riprendono gli s… https://t.co/oxwmmV4AR0

La Provincia sta analizzando la risorsa disponibile di tutte le fonti di energia pulita. Il solare fotovoltaico è quello che attualmente presenta le maggiori possibilità di sviluppo. La Camera argentina delle energie rinnovabili (CADER) ha svolto un nuovo webinar per conoscere

le opportunità di energia rinnovabile in Catamarca e La Rioja nell'ambito del ciclo «Incontri federali per lo sviluppo di un'Argentina rinnovabile. Hanno partecipato Máximo Ramírez, Segretario dell'Energia del Ministero dell'Acqua, dell'Energia e dell'Ambiente della Provincia di Catamarca; e Alfredo Pedrali, Sottosegretario dell'Energia della Provincia di La Rioja. In questo contesto, Ramírez ha commentato che sebbene la provincia di Catamarca abbia un grande potenziale solare Come si è riflesso in oltre 1.000 MW in progetti che si aggiungono tra il Programma RenovAr e il Term Market (MATER), lo sviluppo di tutte le tecnologie è allo studio, mentre il governo locale non vuole perdere la possibilità di conoscere il risorsa eolica ed energia geotermica. "Catamarca dispone di sorgenti termali.

L'energia geotermica viene studiata sistematicamente per valutare il potenziale", ha confermato Máximo Ramírez, aggiungendo che "l'energia eolica va nella stessa direzione". Seguendo l'idea, ha commentato che "i nostri venti non sono costanti, il che rende difficile la realizzazione delle turbine eoliche", ma assicura che è ancora una tecnologia che potrebbe essere strumentata. Stiamo intraprendendo uno studio sui venti che ci permetterà di identificare aree di fattibilità del progetto ", ha confermato. (ICE BUENOS AIRES)