La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

@bancaditalia . L'economia globale recupera ma le prospettive dipendono dalla #pandemia . In Italia riprendono gli… https://t.co/1kVsYKGZsL
Rebibbia Festival e streaming dal Gemelli. Due appuntamenti ricorrenti della @romacinemafest https://t.co/NFTBj4hUaq via @TribunaEconomic
#Bankitalia. L'economia globale recupera ma le prospettive dipendono dalla #pandemia . In #Italia riprendono gli s… https://t.co/oxwmmV4AR0

La presidente della Confederazione svizzera, Simonetta Sommaruga,  ha incontrato a Roma il presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte martedì 29 settembre 2020.

Entrambe le parti hanno elogiato la buona collaborazione durante l’emergenza COVID-19 e sottolineato la volontà di firmare entro fine anno un accordo sull’imposizione dei frontalieri. Durante i colloqui si è inoltre discusso di protezione dell’ambiente e del clima nonché degli investimenti necessari alla ripresa economica.

La presidente della Confederazione Sommaruga ha incontrato a Roma il presidente del Consiglio Conte e il presidente della Repubblica Italiana Mattarella. Al centro dei colloqui la gestione dell’emergenza COVID e degli insegnamenti da trarne. Entrambe le parti hanno sottolineato come questa situazione straordinaria abbia mostrato l’importanza delle buone relazioni tra Italia e Svizzera. I due Paesi hanno concordato di continuare a cooperare strettamente. Il coinvolgimento della Svizzera nei meccanismi europei per la gestione delle crisi ha dato buoni risultati.

Negli incontri si è discusso anche su come favorire una ripartenza rispettosa dell’ambiente (Green Recovery). Con il presidente del Consiglio Conte, la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha trattato temi bilaterali come ad esempio la politica dei trasporti. Entrambe le parti hanno espresso soddisfazione per l’accordo firmato a inizio settembre sull’ampliamento della linea ferroviaria del Sempione e hanno ribadito l’intenzione di rafforzare il trasferimento su rotaia del traffico transalpino. Svizzera e Italia vogliono approfondire la collaborazione nella politica energetica e nella scienza.

Circa 70mila frontalieri ogni giorno in Svizzera.   Entrambe le parti hanno rilevato l’importanza dei legami politici, culturali, scientifici ed economici tra i due Paesi. L’Italia rappresenta il terzo più importante partner commerciale della Svizzera e la Svizzera è il quarto più grande mercato d’esportazione dell’Italia. Le relazioni bilaterali tra Svizzera e Italia sono particolarmente strette lungo la frontiera comune, attraversata ogni giorno da più di 70 000 frontalieri che vengono in Svizzera per lavorare. La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte hanno espresso soddisfazione riguardo ai progressi ottenuti nell’accordo sull’imposizione dei frontalieri negoziato nel 2015. Entrambi hanno ribadito la volontà di giungere a una firma entro la fine del 2020.

La presidente della Confederazione ha inoltre illustrato la politica europea della Svizzera alla luce della votazione del 27 settembre. Per quanto riguarda l’accordo quadro, si tratterà di trovare un equilibrio che tenga conto anche delle preoccupazioni della popolazione. 

Nei colloqui si è discusso anche del G20. La Svizzera, che sarà anch’essa presente all’imminente vertice, partecipa attivamente ai lavori per rafforzare la protezione globale del clima. In questo contesto si è anche discusso dei piani dell’Italia per la sua presidenza del G20 nel 2021. Per quanto riguarda i temi internazionali le delegazioni hanno esaminato la situazione umanitaria assai preoccupante in alcune zone della Libia e le tensioni nel Mediterraneo orientale.