La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

@bancaditalia . L'economia globale recupera ma le prospettive dipendono dalla #pandemia . In Italia riprendono gli… https://t.co/1kVsYKGZsL
Rebibbia Festival e streaming dal Gemelli. Due appuntamenti ricorrenti della @romacinemafest https://t.co/NFTBj4hUaq via @TribunaEconomic
#Bankitalia. L'economia globale recupera ma le prospettive dipendono dalla #pandemia . In #Italia riprendono gli s… https://t.co/oxwmmV4AR0

Il World Energy Council, in collaborazione con Oliver Wyman, classifica 128 Paesi nell’Energy Trilemma Index in base alla loro capacità di fornire energia sostenibile attraverso tre parametri: sicurezza energetica, equità energetica (accessibilità e convenienza) e

sostenibilità ambientale. La classifica, basata sui dati nazionali, misura le prestazioni complessive nel raggiungimento di un mix sostenibile di politiche e il grado di equilibrio, evidenziando quanto un paese gestisca i compromessi di questo “Trilemma”. Questo Indice interattivo valuta la sostenibilità delle politiche energetiche nazionali. Come riporta l’Agenzia STA, data la nuova metodologia, quest’anno la Slovenia si è classificata in 14° posizione: due posti in meno rispetto all’anno scorso Il sito del World Energy Council motiva il buon posizionamento sloveno indicando che, sebbene abbia ricevuto un punteggio piuttosto alto nell'Energy Equity, tuttavia rispetto ai paesi più in alto nella classifica i costi dell'energia sono meno accessibili per le famiglie più a basso reddito.

Anche il punteggio sulla sicurezza è alto ed è migliorato negli ultimi anni principalmente a causa della diversificazione delle fonti energetiche e sono stati apportati miglioramenti alla sostenibilità nella gestione delle emissioni di gas serra e dell'efficienza energetica. I paesi europei continuano a dominare la parte superiore della classifica: i primi tre posti sono occupati da Svizzera, Svezia e Danimarca mentre l’Italia è all’11° posto, migliorando sensibilmente la sua 20° posizione del 2019. (ICE LUBIANA - Agenzia STA)