La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Il più grande hub di rifornimento marittimo del mondo ha lanciato due nuovi standard per aumentare la garanzia della qualità e la fiducia nella catena di distribuzione dei bunker.  Singapore Standard 660 (SS 660), il primo del suo genere, copre il processo a monte per il

carburante marino, o bunker, e per la consegna del carico dal terminal petrolifero alla petroliera bunker attraverso un misuratore di portata di massa (MFM), secondo la dichiarazione della Maritime and Port Authority (MPA).  Lo standard mira ad armonizzare i metodi di misurazione della quantità presso i terminali petroliferi per migliorare l'accuratezza e la gestione dell'inventario, intensificando la garanzia della qualità attraverso il campionamento del carburante garantendo che le specifiche del carburante concordate siano soddisfatte.  Il secondo standard, Technical Reference 80 (TR 80), riflette i requisiti e le procedure per la verifica l’MFM utilizzando un MFM master per verificare e controllare la stabilità e le prestazioni dei contatori su una petroliera bunker o in un terminale petrolifero.  TR 80, un altro primato tra gli standard, offre un modo più efficiente ed economico per ricalibrare l’MFM a bordo delle navi o nei terminali petroliferi.  (ICE SINGAPORE)