La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Nel suo rapporto di ottobre sulla "Prospettiva dell'economia globale", il FMI ha rivisto al ribasso le precedenti previsioni di crescita per l'economia albanese, stimando una contrazione del 7,5% per l'anno in corso (rispetto al -5% previsto ad aprile e alla contrazione dell'economia globale

del 4,4%) e una riprese del 6,1% nel 2021 (rispetto al +8% delle proiezioni di aprile). Il Fondo sottolinea comunque il margine di incertezza legato agli sviluppi della pandemia.  Con riferimento al debito, il rapporto sulle statistiche 2020 della Banca Mondiale, mostra che le finanze pubbliche albanesi, in significativo miglioramento prima del terremoto e della pandemia,  erano in significativo miglioramento.

Nel 2019 lo stock di debito estero totale dell'Albania è stimato a 9,6 miliardi di dollari, da circa 9,8 miliardi nel 2018. A seguito di due gravi crisi, si stima che il debito pubblico sia aumentato di circa 13 punti percentuali e che dovrebbe raggiungere circa l'81,3% del prodotto interno lordo quest'anno salendo a un valore di circa 12,4 miliardi di dollari (rispetto ai 10,4 di fine 2019).  (ICE TIRANA)