La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Il MINCYT ha partecipato all'incontro virtuale in cui i ministri degli esteri di entrambi i paesi hanno firmato la "Dichiarazione sulla costituzione di un meccanismo di cooperazione regionale nel campo spaziale".Il Ministero della Scienza,

della Tecnologia e dell'Innovazione della Nazione, attraverso il Segretario per le Politiche e la Pianificazione in STI, Diego Hurtado, ha partecipato all'incontro virtuale con i Ministri degli Esteri, i Rettori e i rappresentanti dei portafogli Scienza e Tecnologia di Argentina e Messico , in cui è stata firmata la "Dichiarazione sulla Costituzione del Meccanismo di Cooperazione Regionale in campo spaziale" come piattaforma per invitare ad aderire il resto dei membri del CELAC. 

Allo stesso modo, il Segretario di Mincyt ha esaminato i progressi dei satelliti in Argentina, descrivendo in dettaglio i quattro satelliti che il nostro paese ha in orbita e menzionando lo sviluppo di uno aggiuntivo per l'osservazione degli oceani , così come un lanciatore satellitare o iniettore.Per quanto riguarda la collaborazione tra i paesi, ha sottolineato che l'Argentina ha grandi aspettative per progredire in collaborazione con la regione.

“La nostra regione ha una lunga storia di collaborazione scientifica, tuttavia, abbiamo un debito in sospeso nel campo tecnologico, in quelli che chiameremmo progetti tecnologici considerati strategici. In questo senso, il settore spaziale ha un'enorme proiezione a causa del gran numero di applicazioni che sono imperative per le esigenze della regione ". Infine, ha concluso il suo intervento ricordando che" il processo di integrazione della nostra regione deve incorporare gli aspetti scientifici, tecnologici e prestare attenzione al progresso nelle tecnologie strategiche aggiungendo le nostre traiettorie per moltiplicare le capacità individuali dei nostri paesi ”.

Dopo quello spazio di presentazione, è proseguita la firma della Dichiarazione, i cui principali obiettivi sono promuovere la creazione di un meccanismo di cooperazione regionale in campo spaziale, incaricato di coordinare le attività con le istituzioni competenti dei paesi dell'America Latina e dei Caraibi. e incoraggiare il meccanismo ad avere la personalità giuridica e le capacità necessarie per agire da catalizzatore per gli sforzi regionali, favorendo lo sviluppo di progetti in materia spaziale, i cui risultati sostengono il benessere e la prosperità della regione. La Dichiarazione, che è stata siglata dal Il Ministro degli Affari Esteri, del Commercio Internazionale e del Culto della Repubblica Argentina, Ing. Felipe Solá e il Segretario degli Affari Esteri, Lic. Marcelo Ebrard Casaubon, sostengono, tra l'altro, che la tecnologia spaziale costituisce un fattore essenziale per perseguire e raggiungere il obiettivi della società dell'informazione; rafforza le infrastrutture di trasporto e promuove la protezione ambientale; rivendica l'importanza di promuovere lo scambio di conoscenze, l'esecuzione di progetti per la costruzione di infrastrutture spaziali e la partecipazione secondo le esigenze individuate della regione.Inoltre, da questa iniziativa si pensa di aumentare il numero di progetti spaziali attirando il talento dei giovani latinoamericani e caraibici, nonché un uso efficiente delle risorse disponibili. 

Per l'Argentina è un orgoglio poter dimostrare questa capacità e speriamo di moltiplicare gli sforzi insieme”. Infine ha affermato che “è un passo avanti in tutti i sensi, scientifico e dimostra la reciproca capacità di collaborazione; È anche politico, perché è un messaggio al resto del mondo ”. All'incontro ha partecipato anche l'ambasciatore argentino in Messico, Carlos Tomada; il Direttore Esecutivo e Tecnico della Commissione Nazionale per le Attività Spaziali (CONAE), Ing. Raúl Kulichevsky; il Segretario delle Comunicazioni e dei Trasporti del Messico, Ing. Jorge Arganis Díaz Leal; il rettore dell'Università Nazionale Autonoma del Messico, Dr. Enrique Graue Wiechers; il direttore generale dell'Agenzia Spaziale Messicana (AEM) Dr. Salvador Landeros Ayala; e il rettore dell'Università nazionale della Colombia, Dolly Montoya Castaño. (ICE BUENOS AIRES)