La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Allestimenti alta di gamma per @OpelItalia Mokka. Il modello è il primo col nuovo volto del marchio… https://t.co/EQ4tnBidDf
Spagna, V Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Il tema: "Saperi e sapori delle terre italiane" @ItalyinSPAhttps://t.co/al6kminCUF
@CNHIndustrial : progetto #EvoluzioneTerra, per lo sviluppo di un’#agricoltura sostenibile e sociale in Italia… https://t.co/TsRAnAFs11
“La centralità della relazione transatlantica per il settore Aerospace & Defense”. White Paper di @AmChamItaly https://t.co/PSPQ9Xhp1R
#ValleAosta. Nel terzo trimestre il quadro economico ha segnato un graduale miglioramento. @bancaditalia https://t.co/T95wSG0YT9

Tutti siamo arrabbiati con un nemico invisibile. E’ dura, lo so e lo sappiamo tutti; ma siamo in guerra. Invisibile, ma sempre di guerra si tratta. Forse ancora più infida di una bomba.  Ma questo è il peggio del peggio. Vogliamo vedere molti dei nostri cari, amici, parenti, colleghi morire o in ospedale?Bene, facciamo finta di nulla, lasciamo tutto aperto e

chi se ne frega. Divertiamoci, sballiamoci,facciamo aperitivi e grandi grigliate e mi raccomando tutti al centro commerciale! O all’interno di grandi catene. Raccomandazione principale: senza mascherina e distanza o precauzione è meglio.

Fa nausea anche me, anche io come tanti e non tutti, sono o cerco di adattarmi. Non posso fare altro. E, tento di vivere e trovare soluzioni alternative al mio essere, lavoro, vita sociale, famiglia, con mio figlio.

Certo, le restrizioni avranno un alto e altro costo, ma qual è il male minore?... Io non lo so, ma so che rapportarsi da profani è peggio. Contribuire al bene comune è realtà. Dobbiamo, tutti, perdere qualcosa, oggi, per avere qualcosa domani. La nostra libertà e normalità.  

Un cambiamento radicale, costoso (certo), ma manifestare, oltraggiare, sbattere le porte, non è un atteggiamento corretto: è da ignobili, ignoranti e da Paese poco civile. E, soprattutto è vigliaccheria per chi sta soffrendo o è deceduto.

Che cosa deve ancora succedere per capire determinate cose?

 

Francesco Bartolini Caccia

Direttore Tribuna Economica