La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Prosegue l’orientamento molto accomodante della politica monetaria #BCE https://t.co/RsY0LJOFrR
@cortilia : nuovo round da 34 milioni e trasformazione in Società Benefit https://t.co/AMXaCHCntn via @TribunaEconomic
@IKN_Italy #greenlab, appuntamento che tratterà di “Smart Mobility & Smart Life, tecnologie e modelli di sostenib… https://t.co/iEn7skR7rJ
Accordo @MediocreditoC @ANFIA_it per l’accesso al credito delle imprese dell’#automotive https://t.co/QpEi9iGtFl’… https://t.co/rhcljtobcI

Il Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ha firmato i decreti che autorizzano 3 Accordi di programma e di sviluppo e 2 Accordi per l’innovazione tra il MiSE e le Regioni Campania, Lombardia e Sicilia. L’obiettivo è quello

di favorire la competitività del territorio e l’occupazione attraverso gli investimenti delle imprese in progetti di investimento produttivi e di ricerca e sviluppo di rilevante impatto tecnologico.

Per la realizzazione di prodotti e processi produttivi innovativi sono previsti investimenti complessivi pari a circa 146 milioni di euro, di cui 30 milioni circa dedicati a progetti di ricerca, a sostegno dei quali il MiSE mette a disposizione circa 61 milioni di euro di agevolazioni.

In particolare, per gli Accordi di programma e sviluppo sono stati autorizzati i seguenti progetti:  Rafforzamento della filiera della pasta attraverso investimenti produttivi, con particolare attenzione all’attività di packaging del prodotto, e di ricerca e sviluppo, finalizzati allo studio di una pasta speciale prebiotica a basso indice glicemico e di un packaging innovativo, volto a favorire un sistema di filiera della pasta responsabile e sostenibile sia verso il consumatore sia verso l’ambiente. Il progetto è stato presentato dalla società Pastificio Liguori Spa, unitamente a Cartesar Spa, Di Mauro Flexo Srl, Di Mauro Officine Grafiche Spa e Scatolificio Santanna Srl. I costi complessivi del progetto ammontano a 62,40 milioni di euro, di cui 34,12 milioni finanziati dal MiSE. Al progetto è associato un incremento occupazionale di 27 nuovi addetti;

Investimenti in beni strumentali e immateriali per le linee produttive relative a sistemi di radiofrequenze, comando e controllo, lanciatori, unità di guida, sistemi di navigazione e controllo, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi, e attività di ricerca e sviluppo finalizzate all’introduzione di tecnologie più avanzate. Il progetto è stato presentato da MBDA Italia Spa e sarà realizzato nel sito produttivo di Bacoli a Napoli. I costi complessivi del progetto ammontano a circa 30,15 milioni di euro, di cui 7,87 milioni finanziati dal MiSE. Al progetto è associato un incremento occupazionale di 24 nuovi addetti.

Investimenti in beni strumentali finalizzati all’innovazione del processo produttivo per un maggiore livello di efficienza e flessibilità, riduzione dei costi, aumento della qualità dei prodotti, miglioramento della sicurezza sul lavoro e riduzione dell’impatto ambientale, presentato dalla società Granarolo Spa e da realizzare nel sito produttivo di Usmate Velate (Monza e Brianza). I costi complessivi del progetto ammontano a circa 21,44 milioni di euro, di cui 8,33 milioni finanziati dal MiSE; al progetto è associato un incremento occupazionale di 22 nuovi addetti.

Riguardo gli Accordi per l’innovazione sono stati invece autorizzati i seguenti progetti: Creazione di centri operativi e di sistemi interoperabili nei settori della logistica, del trasporto e sulle filiere agroalimentari e dell’energia pulita, presentato da Sielte Spa, Etna Hitech Scpa e Consorzio 906 Scarl, da realizzare nei siti produttivi di Catania e di San Gregorio di Catania. I costi complessivi del progetto ammontano a circa 11 milioni di euro, di cui 5,45 milioni finanziati dal MiSE.

Realizzazione di una “Datafactor” per la creazione e l’offerta di servizi di data science, a partire dagli open data nazionali, che diventi un centro di riferimento della P.A. Questi servizi si baseranno sulla Big Data Analytics, il machine learning, il semantic web e sull’Intelligenza artificiale. Il progetto, da realizzare nel sito di Agrigento, è stato presentato da Expleo Italia Spa e Topnetwork Spa. I costi complessivi del progetto ammontano a circa 21 milioni di euro, di cui 5,45 finanziati dal MiSE.