La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

@Beko fornisce elettrodomestici per gli appartamenti di Fondazione Arché https://t.co/Hz3cmwbXA5 via @TribunaEconomic
Al via la nuova operatività strategica di @SACEgroup “green” https://t.co/WmuPaFsPOz“green”.html via @TribunaEconomic
-70,4% per le spese dei viaggiatori stranieri in Italia a ottobre 2020 https://t.co/A13xgSsv6b
#Riscaldamento degli #oceani: nel 2020 innalzato da un calore prodotto equivalente a 630 miliardi di… https://t.co/PpzzgdlQyL

Istat. Nel 2018 il valore aggiunto è prodotto per il 37,8% al Nord-ovest e per il 25,5% nel Nord-est; seguono il Centro con il 20,4% e il Mezzogiorno con il 16,4%. Le unità locali di gruppi multinazionali italiani, pari all’1,2% del totale nazionale,

realizzano quasi il 21% al valore aggiunto dell’intera economia. Le regioni che più contribuiscono sono la Lombardia (26,2%), l’Emilia-Romagna (13,2%) e il Lazio (11,4%).

Anche nel 2018 Milano e Bolzano sono ai primi posti per produttività del lavoro. Rispetto al 2017 nelle prime 20 posizioni rientra Brescia e esce Siena; Brindisi sale al quinto posto, Roma scende da quinta a settima.