La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

@Beko fornisce elettrodomestici per gli appartamenti di Fondazione Arché https://t.co/Hz3cmwbXA5 via @TribunaEconomic
Al via la nuova operatività strategica di @SACEgroup “green” https://t.co/WmuPaFsPOz“green”.html via @TribunaEconomic
-70,4% per le spese dei viaggiatori stranieri in Italia a ottobre 2020 https://t.co/A13xgSsv6b
#Riscaldamento degli #oceani: nel 2020 innalzato da un calore prodotto equivalente a 630 miliardi di… https://t.co/PpzzgdlQyL

L'Autorità Garante della Concorrenza slovena (AVK) ha approvato l'acquisizione delle terme Olimia da parte della holding di stato SDH. Come riporta RTV Slovenia, si tratta di un nuovo passo verso la creazione di una holding turistica statale (STH). Nel 2019 la SDH ha già acquistato il

20,9% delle terme dalla banca Nova KBM e ha superato la soglia per annunciare un'offerta pubblica di acquisto per le restanti azioni, in attesa della decisione della AVK.

Secondo il Delo l'investimento ammonterebbe a 8,2 milioni di euro. Lo Stato prevede di consolidare la proprietà e la gestione delle imprese turistiche statali in linea con la strategia di sviluppo turistico. Nell'ambito della STH - con le filiali turistiche alpina, costiera e termale - si unirebbero le società Sava Turizem, Terme Olimia, Istrabenz Turizem, Thermana, Adria Ankaran e Hit Alpinea, la parte turistica di Hit a Nova Gorica. Secondo il quotidiano, tale concentrazione di proprietà potrebbe essere problematica per la AVK. Non è quindi escluso che la SDH possa decidere di includere nel progetto anche degli investitori privati. (ICE LUBIANA)