La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

#Italia . La #poverta assoluta torna a crescere e tocca il valore più elevato dal 2005. @istat_it https://t.co/1OEMnN97sW
530 investitori e una domanda complessiva pari a oltre 80mld di euro per la prima tranche #BTPGreen https://t.co/NJDqEgS6ed
@DeloitteItalia European CFO Survey dopo lo stop del 2020, rilancio da record nelle operazioni di fusione e acquis… https://t.co/I8cF3TwNJH
Nuovo portale di @ItalyMFA “Italiana. Lingua, cultura, creatività nel mondo” per valorizzare all’estero la nostra… https://t.co/pKVSaQCx0C

Un sondaggio condotto dalla Absolar - Associazione Brasiliana di Energia Solare Fotovoltaica, indica che il 2020 è stato un anno di nuovi record per il settore in Brasile. Il segmento ha attirato investimenti per oltre 13 miliardi di R$ nel 2020, inclusi grandi impianti e sistemi di generazione su

tetti, facciate e piccoli terreni. Il risultato rappresenta una crescita del 52% rispetto agli investimenti accumulati nel paese dal 2012. Secondo l'Absolar, gli investimenti del 2020 hanno creato più di 86 mila nuovi posti di lavoro in Brasile, distribuiti in tutte le regioni del territorio nazionale. Dal 2012, la fonte solare fotovoltaica ha generato oltre 38 miliardi di R$ di attività e ha generato oltre 224 mila posti di lavoro. Nel 2020 le assunzioni sono aumentate del 62% rispetto ai posti di lavoro accumulati nel Paese dal 2012.  

In termini di capacità di generazione di energia elettrica pulita e rinnovabile, il Brasile dispone attualmente di 7,5 GW di potenza operativa dalla fonte solare fotovoltaica, sommando grandi impianti (generazione centralizzata) ai sistemi piccoli e medi installati su tetti, facciate e sulla terra (generazione distribuita), che rappresenta più della metà della capacità installata della centrale idroelettrica di Itaipu, la maggiore del Brasile e la seconda del mondo. Secondo Absolar, il paese è passato da 4,6 GW alla fine del 2019 a 7,5 GW alla fine del 2020, una crescita del 64%, nonostante la pandemia. 

Nel 2020, il mercato del solare fotovoltaico ha fornito più di 3,9 miliardi di R$ di raccolta alle casse pubbliche, un aumento del 52% rispetto al totale raccolto nel periodo tra il 2012 e il 2019. Nel segmento della generazione centralizzata, il Brasile ha 3,1 gigawatt (GW) di potenza installata in impianti solari fotovoltaici, pari all'1,6% della matrice elettrica del paese. Secondo l'ente, nel 2019 il solare è stato la più competitiva tra le fonti rinnovabili nelle due Aste di Energia Nuova, A-4 e A-6, con prezzi medi inferiori a US$ 21,00 / MWh. Nel 2020, il governo federale non ha tenuto nuove aste di energia rinnovabile a causa della pandemia.   Attualmente, i grandi impianti solari sono la settima maggiore fonte di generazione in Brasile, con progetti in funzione in nove stati brasiliani, nel nordest (Bahia, Ceará, Paraíba, Pernambuco, Piauí e Rio Grande do Norte), sudest (Minas Gerais e San Paolo) e Midwest (Tocantins).

Gli investimenti accumulati in questo segmento superano i 15 miliardi di R$. Sommando le capacità installate nei segmenti di generazione distribuita e generazione centralizzata, la fonte solare fotovoltaica occupa il sesto posto nella matrice elettrica brasiliana, dietro l'idroelettrico, l'eolico, le biomasse, il gas naturale, il diesel e il termoelettrico e altri combustibili fossili. La fonte solare rappresenta già una potenza installata superiore del 32% rispetto alla somma di tutte le centrali a carbone e delle centrali nucleari, che ammonta a 5,6 GW.   Nonostante sia progredito negli ultimi anni, il Brasile - detentore di una delle migliori risorse solari del pianeta - continua ad avere un mercato solare ancora ridotto e molto al di sotto del suo potenziale. Ci sono oltre 85 milioni di consumatori di elettricità nel paese, ma solo lo 0,5% utilizza il sole per produrre elettricità.   (ICE SAN PAOLO)