La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Dal 1° gennaio 2021 il Portogallo ha assunto la presidenza di turno del Consiglio, in piena crisi sanitaria ed economica. Quali sono le aspettative degli europarlamentari portoghesi? Mentre i cittadini europei continuano ad affrontare gli effetti socioeconomici senza precedenti della pandemia

di COVID-19, il Portogallo assume la presidenza del Consiglio dell'Unione europea della durata di sei mesi, con la ripresa come maggiore priorità.

Il 20 gennaio il primo ministro portoghese António Costa discuterà del programma della presidenza portoghese con gli europarlamentari durante la prima plenaria dell'anno. Costa ha già presentato il programma durante una conferenza stampa congiunta online con il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli il 2 dicembre 2020.

In tempi difficili come quelli attuali il Portogallo si impegna nel promuovere un’Europa resiliente, sociale, verde, digitale e globale. Il motto della nuova presidenza è “Tempo di agire: una ripresa giusta, verde e digitale”.

Dovrà anche continuare a lavorare su alcune delle priorità della precedente presidenza tedesca: il futuro delle relazioni tra UE e Regno Unito, lo sviluppo dell’azione UE per il clima, il bilancio a lungo termine UE e il piano per la ripresa COVID-19 UE.

“Il sole e il timone”, il logo animato della presidenza:   È basato sulla bandiera UE, è colorato di blu e giallo. Le iniziali 12 stelle (come quelle della bandiera UE) diventano 27 (come gli stati membri) a simboleggiare una costruzione più ampia, coesiva e variegata. I 27 elementi vengono trasformati in un sole e in un timone rappresentando la storia, la geografia e l’apertura verso il mondo del Portogallo e la sua intenzione di guidare l’UE verso il futuro. La musica di sottofondo è eseguita da una chitarra tipica portoghese

Il Portogallo ha iniziato la sua quarta presidenza dell’UE. Il 1° gennaio ha celebrato anche i suoi 35 anni dall’adesione all’UE (insieme alla Spagna).