La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

L’integrazione di #ubibanca in #ISP è confermata per il mese di aprile https://t.co/NhSoHXImoY’integrazione-di-ubi… https://t.co/tTrUbSJEVy
@g20org . Maggior trasparenza sul debito per favorire i flussi finanziari verso i paesi in via di sviluppo https://t.co/DljGgSS4Ad
#BCE Interessi attivi netti sui titoli detenuti per finalità di politica monetaria si collocano a 1,3mld di euro (… https://t.co/ZpXI3EtX45
Focalizzazione delle aziende nelle filiere di fornitura parallela. Intervista #DimitrijTitov, Presidente Camera di… https://t.co/Btr307fZxD

Kosovo e Israele hanno stabilito ufficialmente relazioni diplomatiche attraverso una speciale cerimonia virtuale. I legami diplomatici bilaterali sono stati formalizzati in una cerimonia virtuale e la firma è stata apposta dal Ministro degli Esteri kosovaro Meliza Haradinaj-Stublla e dal

suo omologo israeliano Gabriel Ashkenazi. Quest'ultimo ha dichiarato di aver approvato la "richiesta formale del Kosovo di aprire un'ambasciata a Gerusalemme". Nel frattempo Haradinaj-Stublla, ha ringraziato Israele per essere diventato il 117° Paese a riconoscere l'indipendenza del Kosovo. Entrambi i Ministri hanno ringraziato Washington per i suoi sforzi per colmare la creazione di rapporti diplomatici.

La decisione sul riconoscimento reciproco tra Kosovo e Israele è stata presa lo scorso settembre nell'ambito di un vertice alla Casa Bianca, quando il primo ministro del Kosovo Avdullah Hoti e il presidente serbo Aleksandar Vucic hanno deciso di normalizzare i legami economici alla presenza dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump. In quel contesto anche la Serbia aveva accettato di spostare la sua ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme. La cerimonia online ha visto anche la presentazione di una targa sul futuro sito dell'ambasciata del Kosovo a Gerusalemme.

L'UE continua ad opporsi ai piani dell'ambasciata del Kosovo a Gerusalemme, già ampiamente criticati all'epoca degli accordi di settembre con l'amministrazione Trump, anche dalla Turchia e dalla Lega araba. Peter Stano, il portavoce dell'UE per gli affari esteri, ha ribadito lunedì le critiche, sottolineando che tutte le ambasciate degli Stati membri dell'UE in Israele si trovano a Tel Aviv e ricordando che "La posizione dell'UE sul trasferimento delle ambasciate a Gerusalemme è chiara: in linea con la risoluzione 478 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, che invitava tutti i membri delle Nazioni Unite a spostare le loro ambasciate a Tel Aviv, tutte le ambasciate degli Stati membri dell'UE, nonché la delegazione dell'UE in Israele si trovano a Tel Aviv ". (ICE PRISTINA)