La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

26 aprile nuovo numero. Rapporti #cina #hongkong #russia. Un numero di grandissimo prestigio per la qualità degli i… https://t.co/2FChOkRbJ6
Pari opportunità e work-life balance. Le Ambasciate Nordiche a Roma presentano #BESMARTBEEQUAL https://t.co/4cupMnDfD6 via @TribunaEconomic
@g20org soluzioni innovative per creare infrastrutture resilienti https://t.co/BHYdskWPzv
Vi interessano informazioni sul #mercatorumeno e sulle possibilità di investimento? Approfondimenti nelle nostre in… https://t.co/KBFLqQE6kQ
@AXAItalia lancia #FuturoGreen per investire nei prodotti assicurativi in maniera flessibile su innovazione e sost… https://t.co/VEWFDX0f29

Entro il 5 marzo 2021 le imprese potranno continuare a manifestare il proprio interesse per un secondo Importante Progetto di Interesse Comune Europeo (IPCEI) nella catena strategica del valore della microelettronicaLa riapertura dei termini del bando pubblicato dal Ministero dello

Sviluppo economico è rivolta alle imprese che non abbiano già risposto al precedente invito, scaduto lo scorso 11 settembre 2020, o che comunque non si siano manifestate in maniera formale, inviando la documentazione via pec.

Questo secondo IPCEI, condiviso tra gli Stati membri della Ue e la Commissione Europea, ha lo scopo di favorire progetti d’investimento in Italia dall’alto contenuto innovativo, al fine di sviluppare una produzione industriale di nuove tecnologie o prodotti, negli ambiti applicativi (Vertical Markets) relativi, in particolare, alla connettività attraverso 5G e IoT, Smart mobility, Efficienza energetica e sostenibilità ambientale, Industria 4.0, Aerospazio.

Il progetto proposto dall'impresa potrà essere finanziato dalle autorità italiane solo se entrerà a far parte di un IPCEI nell'ambito di questa iniziativa, e in ogni caso ove considerato di rilevante interesse nazionale. L'aiuto potrebbe in tal caso raggiungere il 100% dei costi ammissibili.