La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

I principali porti in Qatar hanno registrato una crescita del 69% nella movimentazione delle merci nel primo trimestre del 2021 rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Hamad Port, Ruwais Port e Doha Port hanno movimentato complessivamente 411.132 container (TEUs) ovvero

462.570 tonnellate di merci generali, 105.492 capi di bestiame, 198.950 tonnellate di materiali da costruzione e 19.729 veicoli nel primo trimestre di quest'anno.  Questi valori rappresentano un totale di 747 navi che hanno attraccato in questi porti. In precedenza, i porti avevano anche segnato un aumento del 22% nella movimentazione di container nel marzo 2021 rispetto allo stesso mese del 2020, per un un totale di 250 navi attraccate nei tre porti.  

Nonostante la pandemia da COVID-19, Hamad Port, principale ingresso commerciale del paese, ha concluso il 2020 con successo. 

Secondo i dati pubblicati da QTerminals, lo scorso anno, il porto di Hamad ha registrato un aumento nell'arrivo di navi e nella movimentazione delle merci (oltre 1,4 milioni di container (TEUs) e 1.600 navi), mostrando cosi la sua crescente importanza nel commercio regionale e mondiale.  (ICE Doha)