La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Un’indagine condotta da STATEC, l’Istituto nazionale di statistica del Lussemburgo, su un campione di famiglie e individui tra i 16 e i 74 anni, mostra l’utilizzo delle tecnologie in Lussemburgo nel primo periodo di pandemia tra marzo e giugno 2020. I risultati evidenziano che l’85% degli

utenti di Internet intervistati hanno acquistato beni e servizi online durante il periodo di riferimento, con un aumento del 5% rispetto all’anno precedente. Più in particolare, gli utenti tra i 25 e i 44 anni si sono mostrati i più propensi ad acquistare sul web, anche se l’incremento maggiore rispetto al 2019 si è registrato nella fascia di età tra i 55 e i 64 anni. Complessivamente, nel periodo di riferimento il bene più acquistato su Internet è stato l’abbigliamento (60%), seguito dalle consegne dei ristoranti (33%) e da libri, riviste e giornali (32%).

Le percentuali cambiano in base alla fascia d’età che si prende come riferimento: ad esempio, tra i consumatori nella fascia 55-74 anni si nota una propensione per l’acquisto online di libri cartacei e di farmaci. Inoltre, il 43% dei consumatori afferma di aver acquistato beni online da venditori nazionali (rispetto al 30% nel 2019), l’80% da venditori UE e il 30% da altri venditori (piattaforme come eBay, Facebook Marketplace o mystuff.lu).Per quanto riguarda i servizi, il 16% degli utenti di Internet ha acquistato un servizio di trasporto (biglietto aereo, treno o taxi), mentre il 17% ha prenotato un alloggio attraverso il sito di un hotel o di un’agenzia di viaggi e il 5% p tramite piattaforme private come Airbnb (contro complessivamente il 59% degli utenti del 2019). Infine, il 7% degli utenti ha stipulato o rinnovato una polizza assicurativa online e l'8% ha investito in attività online. Per quanto riguarda il numero di acquisti online per persona o famiglia, i dati rimangono in linea con quelli dell’anno precedente. (ICE BRUXELLES)