La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

A un anno dall'entrata in vigore del trattato commerciale con gli Stati Uniti e il Canada (T-MEC), il Messico è riuscito, nonostante la pandemia e il calo del commercio globale nel 2020- a consolidarsi come il primo fornitore del mercato statunitense, trasferendo in diversi mesi dell'ultimo anno

in Cina e Canada.Dalla sua entrata in vigore il 1º luglio 2020, il T-MEC è stato un elemento chiave per la crescita messicana e per dare certezza giuridica agli investimenti nel paese, anche nonostante i cambiamenti normativi interni in materia di energia o di lavoro, che hanno suscitato lamentele tra i settori produttivi dei tre paesi; tuttavia presenta ancora sfide importanti per sfruttare il suo pieno potenziale, concordano esperti intervistati per Milenio. (ICE CITTÀ DEL MESSICO)