La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

L'amministratore delegato dell'Autorità Monetaria di Hong Kong Eddie Yue ha affermato che la Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong (HKSAR) rimane resiliente come centro finanziario globale favorito da investitori e aziende di tutto il mondo nonostante le incertezze e le sfide esterne.

Yue ha dichiarato che la forza finanziaria di HKSAR è attribuita ai vantaggi unici di "Un Paese, Due Sistemi".

Secondo l'accordo, la HKSAR sarà in grado di cogliere le opportunità di un'economia cinese continentale in rapida crescita e allo stesso tempo manterrà un sistema finanziario riconosciuto a livello globale che lo rende un ponte efficace tra il continente cinese e i mercati esteri. Yue ha sottolineato che la HKSAR ha resistito bene alle condizioni sfavorevoli negli ultimi anni, compresi i disordini sociali, le cosiddette sanzioni statunitensi e il COVID-19. Circa 50 miliardi di dollari di capitali stranieri sono confluiti, lo scorso anno, nella HKSAR e il suo mercato azionario è stato il secondo più grande al mondo. Anche il sistema bancario opera stabilmente con sufficiente capitale e basso rischio.

Il Fondo Monetario Internazionale ha recentemente pubblicato un rapporto che ha riaffermato la posizione di HKSAR come centro finanziario internazionale. Guardando al futuro, Yue ritiene che i mercati finanziari di HKSAR continueranno a prosperare grazie all'aumento dei legami con il continente cinese, citando maggiori opportunità per varie istituzioni finanziarie, dalle banche alle società di gestione patrimoniale.