La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Una conferenza sulle energie rinnovabili si è svolta a Tashkent il 15 ottobre. Ad  organizzarla sono state  le Ambasciate italiana e britannica a Tashkent, insieme alla sede italiana del Politecnico di Torino ed al Politecnico di Torino in Uzbekistan. L'evento, che si svolto sia in presenza che online, ha

visto gli interventi di esperti di spicco del settore, provenienti da istituzioni pubbliche internazionali, dal mondo accademico e dalle aziende.

Il workshop ha affrontato la transizione ecologica nel settore energetico e le opportunità sia per la cooperazione internazionale in materia di istruzione che per la collaborazione scientifica e industriale. Lo sviluppo sostenibile è un pilastro del Green Deal dell'UE, che riguarda l'energia ma anche molti altri elementi, come quelli socioeconomici. L'incontro ha portato all'attenzione del pubblico una combinazione di analisi politiche e casi di studio concreti, dando l'opportunità di condividere esperienze e punti di vista verso gli obiettivi comuni.

Funzionari delle ambasciate italiana e britannica a Tashkent e professori impegnati nel campo degli studi energetici del Politecnico di Torino (Italia) e dell'Università di Strathclyde (Regno Unito) hanno toccato argomenti sul Green Deal europeo, l'elettrificazione come motore per la transizione energetica. Professionisti di aziende del settore come Danieli, Jury Energy e Siemens-Energy hanno affrontato il tema della transizione energetica e il suo ruolo per lo sviluppo economico sostenibile, insieme a specialisti e ricercatori di spicco sia del Ministero dell'Energia che del Ministero dell'Innovazione della Repubblica dell'Uzbekistan.