La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Secondo quanto riporta il sito infoafrica.it, ha già cominciato la promozione all’estero del disegno di legge sugli investimenti in fase di approvazione, il primo ministro algerino, nonché ministro delle Finanze, Aymene Benabderrahmane: durante il suo viaggio all’Expo di Dubai e davanti alla

stampa estera, ha sostenuto che la nuova legge sugli investimenti “rappresenta uno degli elementi principali delle riforme strutturali e profonde in via di attuazione”.

 In un’intervista al canale Sky News Arabia, ha spiegato che il ddl sugli investimenti include modifiche sostanziali che consentono investimenti in tutti i settori, compreso il turismo, le energie rinnovabili, l’estrazione mineraria e l’agricoltura, in modo che questi settori siano aperti a tutti coloro che desiderano accedere al mercato algerino.

Benaderrahmane ha sottolineato che “la norma che costituiva un ostacolo agli investimenti, in questo caso la regola del 49/51%, è stata abrogata”. Ha affermato che “la visione adottata in tema di investimenti sarà soggetta solo al principio del win-win, per far avanzare l’economia nazionale verso nuovi orizzonti, basati su redditi diversificati, scollegati dalla dipendenza da idrocarburi”. Nel 2020, l’Algeria ha attirato solo 1,1 miliardi di investimenti esteri contro 1,382 miliardi di dollari nel 2020, con un calo del 19%, secondo la Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo (Unctad). (ICE ALGERI - Info Africa)